Venerdì 24 Luglio 2009 14:50
copertinaz.jpg E' stato completato il quadro delle squadre che daranno vita all'11° Torneo Internazionale Esordienti anno 1997.
 
Come si nota, da quest'anno il torneo ha assunto la denominazione "Internazionale" grazie alla partecipazione della squadra svizzera del Chiasso, prima formazione straniera a calcare i campi del Comunale "S.Pertini".
 
Buona come sempre la caratura delle squadre partecipanti, a sfidare i campioni in carica dell'Internazionale vincitori delle ultime sette edizioni, le altre finaliste dell'ultima edizione in ordine di classifica: la Roma sempre più determinata e desiderosa di prendersi la rivincita dopo la sconfitta di misura subita dai neroazzurri, l'Atalanta una delle migliori formazioni della categoria ancora una volta nel lotto delle favorite così come i granata del Torino. A completare le squadre di prima fascia, l'Udinese, il Perugia, il Modena e il Cesena.
 
Cercheranno di sovvertire il pronostico le quattro squadre dilettantiste  che si qualificheranno nella prima fase del torneo ovvero: Accademia Como, Roncalli e Accademia Inter classificatesi nell'ordine nel torneo preliminare di maggio, Chiasso, Novara, Varese, Legnano, Lumezzane, Pro Sesto, Pro Patria, Pavia e il Canegrate invitato di diritto. 
 
A completare la manifestazione, una simpatica iniziativa: la gara amichevole che disputeranno prima  delle  finali  il  CanegrateU.P.D. Aquilana,  squadra della provincia dell'Aquila, che grazie alla collaborazione con il Comune di Canegrate e O.S.L. saranno ospiti durante le finali del torneo.
 
Per le altre informazioni, le partite della prima fase e per visitare l'albo d'oro vai nella pagina dedicata al Torneo. Per le foto del X° Torneo Nazionale, vai a "leggi tutto
 
 
Leggi tutto: 11° Torneo Internazionale
 
 
Lunedì 06 Luglio 2009 09:06
compianiz.jpg Con la presentazione dei nuovi Mister è già entrata nel vivo la stagione sportiva 2009-10, infatti ad integrare il già competitivo gruppo di tecnici presenti in Società, altri quattro nomi nuovi faranno parte del nuovo corso tecnico.
 
Alla guida della seconda squadra di Canegrate è arrivato Davide Compiani (nella foto con il presidente Colombo e il DS Longo), giovane tecnico emergente che avrà il non facile compito di guidare la Juniores Regionale a ripetere in meglio un campionato che ci ha visto,  unica squadra proveniente dai Provinciali, salvatasi senza dover passare dalla lotteria dei play-out, con un gruppo nuovo da plasmare e amalgamare per trovare quel feeling indispensabile per superare senza affanni un campionato difficile da affrontare.
 
Altri arrivi importanti dalla vicina Roncalli: il ricercatissimo Ezio Quaroni  che continuerà il buon lavoro fatto da Donato Roncoroni con i Giovanissimi 96. La nuova categoria Regionale dei Giovanissimi 95 è stata affidata alle mani esperte di Dario Almasio, di ritorno dalle esperienze passate nella varie categorie . Ultimo, ma solo in ordine di arrivo, mister Giuseppe Farano che, anche se a malincuore, ha deciso di lasciare la società granata legnanese per mettere la sua esperienza al servizio dei nuovi Esordienti 98.
 
Leggi tutto: Già cominciata la nuova stagione
 
 
Lunedì 29 Giugno 2009 10:37
nuoviz.jpg Non ha perso tempo il tecnico Francesco Vallarella, confermato per il terzo anno consecutivo alla guida della Prima squadra, per definire la rosa completa in vista della prossima stagione sportiva 2009-10.
 
Il tecnico, molto scaramantico, ha voluto sottolineare gli obbiettivi stagionali che prevedono, oltre ad un buon "piazzamento in campionato", anche la partecipazione alla Coppa Lombardia, rinforzando la rosa con elementi di assoluto valore nei reparti chiave della squadra.
 
E' così arrivato l'eclettico attaccante dal fiuto del goal Cristian Grisolia (Arconatese), il trequartista di categoria Marco Tridico (Folgore) e il roccioso difensore Simone Gazzola (Villa Cortese) che dovranno favorire la maturazione degli Juniores promossi quest'anno in Prima squadra come i giovanissimi Massimo Barlocco (92) e Gabriele Leonardi (91) e i "veterani"(90) Nicolò Carugo, Gabriele De Biagi, Andrea Giuliano e il bomberino Marco Sia.
 
Antonio Amati e Nicola Centurelli sono i validi collaboratori che si prenderanno cura anche del resto della rosa che comprende: i portieri Matteo Modica e Francesco Scigliano, i difensori Fabio Del Signore, Mattia Di Giammarco, Riccardo Landini, Daniele Lauriola, i centrocampisti Matteo Campione, Matteo Colombo, Ivan Croci, Andrea Longo, Alberto Martini, Alan Ripamonti e Simone Pirletti, gli attaccanti Andrea Bonin, Aronne Loda e il capocannoniere dello scorso campionato Piero Re Ferre' rimasto anche quest'anno nonostante le numerose offerte ricevute.
 
Il ritrovo è fissato presso il campo sportivo Comunale "S.Pertini" il giorno 23 agosto alle ore 10:00 per l'inizio della preparazione. Debutto in Coppa Lombardia giovedì  3 settembre. La prima giornata di campionato domenica 13 settembre (nella foto Mister Vallarella con i nuovi acquisti Gazzola, Grisolia e Tridico).
 
Per le foto, vai a "leggi tutto".
Leggi tutto: Prima squadra: tutto pronto
 
 
Lunedì 22 Giugno 2009 18:38

Nonostante l'alone di antipatia che l'Italia si porta indietro da quando negli anni 50 fu introdotto il catenaccio, la nazionale raccoglie sempre tifosi neutrali da tutte le parti.
Tifosi che solo 15 anni fa si esaltavano per i vari Baggio, Maldini, Del Piero, Baresi, e che oggi vogliono continuare a festeggiare quel titolo di campioni del mondo vinto 3 anni fa in Germania.

Si sa, vincere, sottovalutati da tutti non e' poi un problema. Le sorprese a livello internazionale ci sono sempre state (Danimarca nel 92, Grecia nel 2004), visto che la competizione e' decisa in in un massimo di 7 partite, e azzeccarle puo' succedere a tutti.
Il confermarsi e' sempre difficile, vuoi per le aspettative (se sei campione del mondo tutti si aspettano classe, gran gioco e grinta) o per semplici fatti storici (e' dal 62 che una squadra non si riconferma campione del mondo).

Una sconfitta ci puo' sempre scappare. Anche due.
Ma quando giochi, da campione del mondo, un torneo che comunque e' considerato ufficiale dalla FIFA, e hai migliaia di tifosi, italiani e non, venuti da lontano per vederti giocare, e poi ti comporti cosi', giocando senza voglia e senza carattere, aspettando chissa' quale miracolo solo perche' hai vinto una finale ai rigori con la Francia 3 anni fa, allora ti meriti un gigantesco vaffanculo.

La delusione e' cocente. Non tanto per il gioco espresso (da quanto l'Italia esprime gioco?), non tanto per la pessima difesa, che ormai preoccupa da 1-2 anni (non puoi portare un pensionato come Cannavaro e un giocatore come Chiellini la cui reale dimensione e' la serie B), neppure per la mancanza di goal (Toni, Gilardino e compagnia bella in nazionale perdono completamente il killer instinct, cazzo meglio avere vecchi come Inzaghi e Delpiero allora), ma per la mancanza di  voglia di sbattersi.

Cameronesi, da quando ha esordito in nazionale, direttamente dall'Argentina, a oggi, ancora non ha espresso niente di significativo. E non sarebbe il solo. Leggi tutto: Italia zero palle - Brasile tre sberloni
 
 

Pagina 185 di 194

<< Inizio < Prec. 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 Succ. > Fine >>
Banner
Banner
Banner

TOP SPONSOR

Banner
Banner
Banner

I NOSTRI SPONSOR

Banner

SPONSOR TECNICO

Banner